Spedizione gratis dal lunedì al venerdì, in tutta Italia!
Vai a Colvin
Colvinpedia, Mondo Colvin

Le begoniette: storia, cura e riproduzione

Le begoniette, il cui nome scientifico è Begonia semperflorens, sono delle piante succulente che regalano fiorellini molto belli e vivaci. Le begoniette sono originarie del Brasile, ma sono parecchio diffuse anche in altre zone.

Storia delle begoniette

Le begoniette devono il loro nome a Michel Bégon (1638-1710), il governatore francese  di Santo Domingo di quel tempo, che era un grande appassionato di botanica. Pare che il nome fu dato alla pianta da Linneo, il famoso studioso secentesco di scienze naturali. Le begoniette furono importate dall’America in Europa proprio nel XVIII secolo e furono subito molto apprezzate. Pare che le begoniette arrivarono precisamente nel 1777.

Descrizione e fioritura

I fiori della begonia semperflorens sono piccoli, formati da quattro petali e possiamo trovarli di color rosa, bianco o rosso. Le foglie della pianta sono anch’esse piccole, rotonde e carnose. Le begoniette possono raggiungere i 40 centimetri d’altezza circa e le loro radici sono fascicolate. Sono molto apprezzate perché regalano fioriture molto abbondante e anche lunga! Infatti le begoniette fioriscono dalla fine della primavera fino all’inizio dell’autunno.

begoniette vaso

Prendersi cura delle begoniette

Le begoniette possono essere coltivate senza problemi sia in vaso sia in giardino. L’importante è che vengano collocate in un luogo in cui possano godere della luce del sole, anche se è meglio che le begoniette non vengano colpite direttamente dai raggi del sole perché potrebbero “scottarsi”. Un’esposizione alla luce darà favorirà un’abbondante fioritura della begonia semperflorens.

Per quanto riguarda il terreno, le begoniette avranno bisogno di un terriccio ben drenato. Per ottenerlo sarà necessario mescolare la terra con un buon materiale drenante come la sabbia.

Annaffiare le begoniette

In estate consigliamo di annaffiare abbondantemente le vostre begoniette, mentre nelle altre stagioni la pianta non avrà bisogno di un’eccessiva irrigazione. Essendo le begoniette delle piante succulente sono particolarmente sensibili ai ristagni d’acqua che andranno evitati controllando prima di innaffiare che il terreno delle begoniette sia asciutto.

Come riprodurre le begoniette

La riproduzione delle begoniette può avvenire per seme o per talea di foglia. Il vaso in cui vengono posti i semi va collocato all’ombra e poi spostato al sole una volta che si sono sviluppati i germogli. Un’accortezza che si deve avere è di controllare che il terriccio delle begoniette sia sempre umido. Se, invece, volete moltiplicare le begoniette per talea di foglia dovrete porre le foglie in un vaso che, come per i semi, dovrà inizialmente essere collocato all’ombra.

Concimazione delle begoniette

Le begoniette di solito vengono concimate in primavera e in estate. D’inverno invece solitamente viene sospesa la concimazione.

Malattie delle begoniette

Le begoniette possono ammalarsi, anche se non accade di frequente perché sono piante abbastanza resistenti e forti. Possono venire attaccate dalla cocciniglia farinosa, uno dei parassiti più insidiosi per le piante. Si sviluppa se le begoniette non godono di un’adeguata ventilazione. Per prevenirli, dunque, è bene che Se questi insetti attaccano la vostra begonietta ne provocheranno il deperimento.

La Colvinpedia

Non dimenticarti che se ti interessano i fiori e vuoi saperne di più sulle loro proprietà e curiosità non puoi perderti la Colvinpedia 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *