Vai a Colvin
Colvinpedia, Colvinpedia Piante

Ti sveliamo i miti sulle piante

In queste ultime settimane la famiglia Colvin si è allargata. Alcune amiche verdi si sono unite a noi: sono qui per restare. Avete già dato un’occhiata alla nuova collezione di piante? Siamo orgogliosi di presentarvele in tutto il loro splendore.

Come avrete intuito, le protagoniste di oggi sono le piante. Abbiamo analizzato otto miti relativi al mondo delle piante, sarete in grado d’indovinare quali di questi sono veri e quali sono falsi? Tenetevi forte, stiamo per raccontarvi la verità!

1. Non si possono tenere piante in  camera da letto – FALSO

Questo è uno dei miti più famosi che circondano il mondo delle piante. Abbiamo anche dedicato un intero post all’argomento: qualora voleste approfondire l’argomento, potete leggerlo tutto semplicemente cliccando qui 

Ma veniamo a noi, veniamo al nocciolo. Vogliamo assicurarvi che quest’affermazione è falsa. Non avete niente di cui preoccuparvi. L’ossigeno di cui una pianta ha bisogno è molto poco. Non ha paragoni con la quantità che abbiamo bisogno noi. In concreto: hanno bisogno dello 0,1% dell’ossigeno che può essere presente in una stanza. Per darvi un’idea di quanto sia effimera la quantitá, vi sveliamo che una persona – in media – consuma il 2-3% dell’ossigeno presente in una stanza. Con le piante…si può dormire senza problemi, parola d Colvin (e non solo!). 

miti sulle piante

2. Le piante provano dolore – FALSO

Prima di parlare di questo mito, ci teniamo a chiarire alcune cose. È vero che le piante hanno la capacità di rilevare e persino di rispondere a stimoli negativi, alle lesioni o ai danni. Ma confutare questa teoria è semplice in quanto non dispongono di un sistema nervoso e non hanno – di conseguenza – capacità sensoriali. In estrema sintesi: non possono provare dolore nella misura in cui lo intendiamo noi.

3. Le piante vanno innaffiate solo di notte – FALSO

Questa affermazione è completamente falsa. Ricordate sempre che il momento perfetto per l’irrigazione dipenderà interamente dalla stagione. Ogni pianta è un mondo a sé ed è sempre meglio assicurarsi del tipo di cure e coccole che necessita prima di fare errori. 

 Per darvi un’idea generale sullla corretta irrigazione, vi lasciamo alcuni consigli qui: 

Alte temperature: è meglio annaffiarle al mattino, prima che il sole cominci a splendere. In questo modo vi assicurerete che assorbano acqua durante la giornata e non soffrano la sete. 

 – Basse temperature: in questo caso, sarebbe meglio evitare re la prima e l’ultima ora del giorno. Bisogna annaffiare le piante durante il giorno, ma perché? Perché è il momento nel quale le temperature sono (in genere) più basse e l’acqua potrebbe congelare. 

4. Mettere la cenere nel vaso aiuta a far crescere i fiori – VERO

Si dice che mettere la cenere nel vaso aiuti a far spuntare nuovi fiori: è vero. Ma attenzione! Bisogna agire con cautela.Non tutte le ceneri funzionano. Ad esempio, le ceneri che provengono da legni teneri (come il pino) hanno meno sostanze nutritive. I legni duri (come frassino) ne hanno di più. Se vi state chiedendo se è possibile utilizzare le ceneri del camino o del barbecue…la risposta è un Sí tondo tondo. Hanno molto fosforo e potassio e sono perfette per nutrire le piante. Approfondiamo il discorso?

Gli step

Il processo per l’utilizzo della cenere è molto semplice, ma non mettete la cenere direttamente dal barbecue al vaso. Cosa va fatto esattamente? Diluite le ceneri in acqua e aggiungete un po’ di bicarbonato di sodio per regolare il pH. Per darvi un’idea: bisognerebbe aggiungere un quarto di tazza di questa miscela se il vaso è di misura L. Se è più piccolo, si dovrebbe aggiungerne meno. Occhio a non esagerare!

Come ci si regola con le misure?

Vaso taglia S – diametro di 14 cm x un’altezza di 12.5 cm

Vaso taglia M – diametro di 15.5 cm x un’altezza di 13 cm

Vaso taglia L – diametro di 19 cm x un’altezza di 18cm

miti sulle piante bella

5. Le piante da interno hanno bisogno di molta luce per sopravvivere – FALSO

Il mondo delle piante è così vasto che questo mito non ha nulla di vero. Il punto è che…dipende. Troverete alcune che senza luce non possono vivere (letteralmente) e altre che non sopportano nemmeno un un raggio di sole sulle proprie foglie. 

 Se state cercando una nuova amica o vedete la vostra pianta ingiallita, cercate con attenzione il posto perfetto per collocarla e farla vivere felice. 

6. “La musica fa bene alle piante” – VERO E FALSO 

Se vi state chiedendo se la musica della domenica mattina faccia bene alle vostre piante, la risposta è sì. È provato che con la musica le piante vivano più felici. 

 La teoria è conosciuta come “Effetto Mozart”. Ci sono studi che affermano che la musica classica sia la più benefica per la crescita delle piante. Perché? I suoni di questo genere sono più puri di altri tipi di musica. D’altra parte, è stato confermato che le piante abbiano organi sensoriali: questo le rende in grado di catturare tutto ciò che le circonda, compresi i suoni e la musica.

La verità è che ci sono stati fatti diversi esperimenti con risultati positivi che confermano questa teoria, ma non è qualcosa che può ancora essere considerato sicuro al 100%. È un tema ancora in approfondimento. Continuate a suonare la musica alla vostra pianta (se è classica, meglio) e vi divertirete sicuramente. Bella idea, no?

7. “Per loro è positivo crescere in mezzo ad altre piante della propria specie”- VERO

Su questo punto non si discute. Con gli amici si sta sempre meglio e più a proprio agio. Quindi sì, è ideale per loro stare con altre piante. Riunire specie e tipi di piante che vanno d’accordo è una sfida, ma la ricerca le aiuterà a crescere più sane e felici. 

 Se vorrete creare la tua giungla urbana, dovrete assicurarvi che siano compatibili tra loro: cosa significa? Che le cure di cui hanno bisogno siano molto simili. Le esigenze di temperatura, luce e umidità devono essere similari. Quindi non dimenticate di vedere di cosa ha bisogno ognuna di loro prima di adottarle. 

8. Serve tenere un cactus vicino al computer? – VERO

Questo è un mito molto, molto famoso. Si è sempre detto che mettere un cactus vicino a un computer assorbe le radiazioni che emette l’apparecchio. È vero? Per noi la risposta è sí. Sapete che vivere con le piante ha molti benefici per la salute. Ma i cactus in particolare hanno la capacità di assorbire le onde elettromagnetiche. Solo una piccola precisazione. I computer non emettono praticamente nessuna onda, le onde che emettono sono a frequenza molto bassa, quindi non dovete preoccuparvi di questo. Ma un cactus vicino al computer…non fa mai male!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15% DI SCONTO

Cosa aspetti a scegliere il bouquet o pianta che preferisci?

Codice: BLOGIT15