Spedizione gratis dal lunedì al venerdì, in tutta Italia!
Vai a Colvin
Colvinpedia, Colvinpedia Piante

Dubbi sulle piante? Ci pensa l’esperta

Eccoci di nuovo qui! Mamme e papà di piante, potete respirare tranquillamente oggi: siamo qui per risolvere dubbi e curiosità relative alle vostre amiche green. Vi illustriamo 5 delle domande più gettonate tra i nostri followers e utenti. 

Niente paura, caro lettore. Se sei entrato da poco nel mondo vegetale e hai diversi dubbi, siamo qui per aiutarti. Siamo certi che farai un lavoro eccezionale e ti prenderai cura delle tue piante alla perfezione. Come sai, ognuna di loro è un mondo, così come lo sono le persone: ecco perché vogliamo aiutarti. Siamo qui per rendere tutto un po’ più facile e divertente. Ma veniamo al dunque!

Come “lucidare” le piante?

Ci è stato chiesto spesso se le foglie vanno lucidate. La risposta è sì, ed è facilissimo farlo. Ecco due piccoli semplici passi da seguire. 

1. Pulire le foglie della pianta rimuovendo la polvere con un panno morbido e mooolta delicatezza. Perché fare quest’operazione? La pianta respira proprio dalle foglie: rimuovendo la polvere la fai respirare e lei potrà eseguire correttamente la fotosintesi. 

2. Una volta eliminata la polvere, hai 2 opzioni. La prima è quella di acquistare un lucidante spray commerciale e pulire le foglie con un batuffolo di cotone. L’altra opzione, più casalinga, prevede l’uso di birra (sì, hai letto bene). Immergi un batuffolo di cotone nella birra e pulisci le foglie. 

Umidità nelle piante tropicali? 

Non temere: pianta tropicale non significa pianta complicata. Anzi, a dirla tutta, praticamente TUTTE le nostre piante sono di origine tropicale. Sì, stiamo parlando delle nostre Monstera, Miranda e compagnia bella.

Se l’umidità dell’ambiente è una delle tue preoccupazioni principali, non temere: abbiamo la soluzione. Non sarà necessario vaporizzare le foglie delle piante tutti i giorni. Ti consigliamo di farlo ogni 3 o 4 giorni, ma soprattutto assicurandoti che l’atmosfera sia davvero asciutta/secca. Altrimenti può succedere che la pianta finisca per marcire a causa di un’elevata umidità.

Uso il fertilizzante?

Certo, devi farlo. Considera che è come cibo per la tua pianta. Senza di lui, le mancheranno le vitamine. Insomma, è come se tu mangiassi sempre lo stesso alimento ogni giorno: ad un certo punto ti mancherà sicuramente qualcosa per star bene ed essere in forma. 

Un consiglio extra! Dopo circa 4/6 settimane da quando la pianta è arrivata in casa tua, dovrai darle del fertilizzante, alimentandola per bene. 

Normalmente il momento giusto per dare il fertilizzante alle piante è tra la primavera e l’autunno. Ma ogni pianta è un mondo. Guarda sempre qual è la tipologia di pianta che hai scelto e quali sono le sue esigenze specifiche. I consigli che vi diamo sono generici, ma ognuna di loro avrà sicuramente preferenze diverse. 

Con quali piante dovrei iniziare?

Se vuoi dare il via ad una nuova piccola giungla a casa tua, ecco i nostri suggerimenti. Savannah e Fiona sono fatte apposta per essere scelte dai principianti. Non hanno bisogno di attenzioni e si comportano sempre benissimo. Con loro, vai sul sicuro.

Piante da sole o in gruppo?

Ti consigliamo di raggruppare e posizionare vicine vicine tutte le piante che hai. Non solo per farle star bene e far sì che condividano l’umiditá che generano, ma anche per ottimizzare i tempi quando vi prendete cura di loro. Quando devi innaffiarle, se sono tutte insieme e hanno le stesse esigenze… farai questo processo in modo molto più veloce.

dubbi sulle piante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *