Vai a Colvin
Mondo Colvin

Curare le Rose: i migliori trucchi

Hey tu! Abbiamo appena lanciato la nostra nuova collezione di rose!!!!…i nostri mazzi durano a lungo, ma qualunque sia quello che sceglierai avrai bisogno dei nostri “trucchi magici” per far si che durino ancora di più! Sia che si tratti del fiore reciso che della pianta, la Rosa è molto delicata e qualunque sia la sua varietà va curata con le dovute attenzioni. Ecco i nostri consigli su come curare le Rose come pianta che come fiore reciso.

Curare le rose

Questo fiore è molto delicato e se non metterai in atto fin da subito le azioni che stiamo per dirti, rischierai di perderle prima del tempo, quindi attenzione, guanti alle mani e comincia a darti da fare, immediatamente! Ti spiegheremo prima come curare le Rose come pianta e poi la Rosa come fiore reciso. Pronto?

Curare le Rose (pianta)

Esposizione

La Rosa non può fare a meno del sole, dunque dovrai collocarla in una zona di esposizione diretta per almeno 6 ore al giorno. Ti ricordiamo però che ci sono delle varietà che riescono a sopportare la mezz’ombra.

Temperatura

Per curare la rosa al meglio sappi che non tollera il caldo soprattutto se eccessivo che può danneggiare la pianta fino a portare alla mancata fioritura. A soffrire il caldo sono soprattutto le sue radici, per cui all’inizio dell’estate è opportuno avvolgere lo stelo con della pamacciatura (formata da pezzi di corteccia, lapillo vulcanico, argilla espansa, erba secca) in modo tale da trattenere l’umidità proveniente dal suolo, conservarlo fresco ed evitare lo sviluppo di erbe infestanti.

Terreno

Curare le rose pianta

Vuoi curare la pianta Rosa per bene? Il terreno ideale delle Rose deve avere un pH sufficientemente acido compreso tra il 6.5 e 7, ma ben sopporta anche un terreno più alcalino. Non solo, la Rosa necessita di un terreno argilloso, fertile e drenato, questo perché i ristagni idrici potrebbero essere fatali per la pianta che andrebbe incontro a marciume radicale, di cui soffre particolarmente. Per conferire argillosità e porosità al sottosuolo aggiungi della ghiaia, argilla, espansa e sabbia.

Concimazione

È bene utilizzare del concime naturale fatto di sostanze organiche come lo stallatico equino, compost, guano o letame bovino. Se invece preferisci ricorrere alla concimazione chimica ti consigliamo l’utilizzo di fertilizzanti granulari a lento rilascio e ad alto contenuto di fosforo, azoto e potassio che vanno aggiunti dopo aver potato la pianta in inverno e, regolarmente, durante tutto il periodo vegetativo.

Annaffiatura

Le Rose vanno curate annaffiandole circa due volte a settimana, ma dipende dalla stagione e dalle condizioni climatiche, per esempio in estate possono essere necessarie anche 3 o 4 alla settimana. La quantità d’acqua deve essere tale da arrivare alla profondità del suolo senza tuttavia bagnarlo eccessivamente. Attenzione a non bagnare i fiori, gli steli e le foglie poichè ciò potrebbe indurre alla proliferazione di funghi.

Potatura

Pota la tua Rosa prima che cominci il periodo vegetativo (gennaio-febbraio) della pianta e può essere un’operazione piuttosto complicata. questa serve per regolarne la forma e controllare lo sviluppo della Rosa. Per effettuare una potatura corretta occorre eliminare i rami secchi e vecchi, sottili e deformi per far sí che ne crescano di nuovi. Inoltre questa operazione è utile per concentrare le energie della pianta verso un numero minore di fiori, ma più grandi e rigogliosi. La potatura va effettuata in maniera differente a seconda della varietà di Rosa in questione, per cui è bene documentarsi per bene prima di procedere.

Ma non è finita qui! Ti stiamo per svelare altri piccoli trucchi magici per far si che le tue Rose, nel caso in cui siano recise, rimangano meravigliose e fresche a lungo!

Curare le Rose recise

Una volta che arriva il tuo meraviglioso mazzo Colvin a casa è ora di fare anche tu la tua parte! Le Rose sono così delicate che ci dovrai mettere del tuo per curare le tue belle Rose e mantenerle belle e fresche, come appena raccolte!

curare le rose recise

Innanzitutto se ci farai caso…i petali più esterni potrebbero arrivarti rovinati…ma non ti preoccupare, non è per noncuranza, li manteniamo apposta per proteggere il cuore della tua Rosa. La prima cosa che dovrai fare tu quando ti arriverà il mazzo sarà eliminare con delicatezza i petali più esterni e vedrai che il mazzo riprenderà nuova vita!

Un ottimo trucco che funziona bene per curare le Rose recise quando cominciano a piegarsi in basso è praticare un taglio di circa 2 dita. Le rose vanno tagliate con un coltello o con uno smusso (anziché con le forbici) perchè in tal modo eviterai di ostruire i vasi conduttori degli steli, permettendogli di assorbire molta più acqua e allungandone la vita.

Riponi poi la tua Rosa in un vaso pieno d’acqua per almeno un paio d’ore, in questo modo si riprenderà miracolosamente!! Con un solo gesto gli darai l’idratazione che le mancava! Fai in modo però di non sommergere le foglie nell’acqua del vaso, altrimenti il fiore marcirà prima del tempo.

Se vai in vacanza (beato te!) e prevedi di non poterti prendere cura della tua Rosa e cambiargli l’acqua per diversi giorni, aggiungici un’aspirina o una goccia di candeggina, in questo modo eviterai la proliferazione di batteri.

Tieni sempre conto che le rose di colore scuro durano più a lungo delle rose chiare perchè tendono a guastarsi prima!

Non dimenticarti che se ti interessano i fiori e vuoi saperne di più sulle loro proprietà e curiosità non puoi perderti la Colvinpedia 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15% DI SCONTO

Cosa aspetti a scegliere il bouquet o pianta che preferisci?

Codice: BLOGIT15