Vai a Colvin
Mondo Colvin

Incontra Claudette e scopri la nostra storia

C’è una storia che vorremmo condividere con te. Un racconto davvero fondamentale per noi. Vorremmo raccontarti qual è la nostra origine, spiegandoti da dove nasce e si ispira il nome del nostro brand. Pronta a viaggiare indietro nel tempo insieme a noi?

Il 2 marzo è un giorno che ha un’importanza rilevante per noi. Sono trascorsi 65 anni da un fatto che ha marcato la nostra società. È il 1955 quando una giovane ragazza dell’Alabama di soli 15 anni decide di non cedere il suo posto su un autobus a una persona bianca. Si tratta di Claudette Colvin: il suo gesto è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso in favore della lotta contro la segregazione razziale. Dal 1955, Claudette viene considerata come il precursore nella lotta per i diritti civili degli afroamericani (negli Stati Uniti), nonostante sia rimasta a lungo nell’ombra e la sua storia non abbia avuto l’eco che meritava nel corso della Storia. 

Quando abbiamo letto la storia di questa ragazza, ci siamo sentiti fortemente ispirati. I valori e il coraggio mostrati da Claudette con le sue azioni, ci sono sembrati ideali dare il nome alla nostra azienda e rappresentarla: Colvin. Il nostro è stato un inno e un simbolo di anticonformismo, di lotta per l’uguaglianza, di cambiamento, di trasgressione e rivoluzione. Chi meglio di Claudette poteva raffigurare i valori e lo spirito del nostro brand? 

Ti presentiamo Claudette Colvin

Claudette Colvin, nata il 5 settembre del 1939 in Alabama, è una donna afroamericana degli Stati Uniti. È (semi)conosciuta come “La madre del movimento moderno dei Diritti Civili “.

Il 2 marzo 1955, a soli 15 anni, si rifiuta di cedere il suo posto su un autobus di Montgomery a una persona bianca di mezza età e – per questo motivo-  viene arrestata. Il suo gesto ha innescato, negli Stati Uniti, l’inizio della lotta per i diritti civili. Nove mesi dopo questo episodio, anche Rosa Parks (una donna di colore statunitense) nega il suo posto a una persona bianca. Nonostante la pioniera di questo gesto fosse stata Claudette, l’azione di Rosa gode di un’attenzione mediatica maggiore ed è tutt’oggi protagonista di tutti i racconti relativi alla lotta ai diritti degli afroamericani. 

Ma tornando a noi: nei mesi successivi, Claudette resta incinta. Data la sua giovane età e considerato il fatto di essere una madre single e adolescente, la NAACP (Associazione Nazionale per il Progresso delle Persone di Colore) mette in discussione la sua integrità per guidare il movimento dei diritti civili. L’associazione deciderà quindi di scegliere, come simbolo della lotta, Rosa Parks, in qualità di lavoratrice adulta e  di donna sposata.

Poco dopo, Claudette si trasferisce a New York, dove lavora come infermiera in una residenza per anziani per 35 anni, dimostrando ogni giorno il suo impegno e la sua dedizione verso (e per) gli altri. 

In occasione dell’anniversario del gesto compiuto da Claudette e dell’arrivo (8 marzo) della Festa della Donna, abbiamo voluto renderle omaggio e ricordarla come merita, con la speranza di dar luce (e voce) a una delle più importanti lotte sociali moderne e odierne: la lotta per i diritti umani delle donne e l’uguaglianza di genere.

4 Comments

  1. Gianfranco

    Sono rimasto colpito dalle vostre composizioni che vedo in foto , tutte presentano una felice armonia sbarazzina.
    Mi dispiace solo non poter ammirare i fiori che regalerò tramite voi . Non ho la possibilità .
    E sono sorpreso che riusciate a spedire composizioni in tutta Italia . Non so bene come vi sia possibile ma vi credo.

    Reply
  2. Erika

    Grazie per l’ efficienza e l’ eleganza con cui avete operato per regalare a mia nonna un bellissimo bouquet per il suo compleanno.
    Un piccolo pensiero a distanza molto gradito.
    Vi utilizzerò anche per occasioni prossime

    Reply
    1. Noemi Rodriguez Author

      Ciao! Grazie di cuore per il tuo messaggio: siamo felici di aver potuto regalare un sorriso a te e alla tua nonna.
      Grazie per averci scelto, a presto!❤️

      Reply
  3. Rosalia

    Efficienti, gentili e attenti alle richieste dei clienti.
    La persona a cui ho inviato il bouquet di fiori è stata contentissima. Ho potuto ammirare la foto dei fiori che avete inviato.
    È stata apprezzata molto anche la confezione e la dispisizione dei fiori al suo interno.
    Che dire, al bisogno approfitterò ancora di Colvin.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se continui la navigazione, accetti l'uso di cookies. + info