Spedizione gratis dal lunedì al venerdì, in tutta Italia!
Vai a Colvin
Colvinpedia, Colvinpedia fiori

Ti presentiamo il fiore lepidum

Ti suona familiare, vero? Ma certo, conosci sicuramente questo fiore dal nome strano. Il nostro adorato thlaspi. Eh sì, proprio lui, uno dei protagonisti dei nostri bouquet. Piccolo piccolo e pieno di petali, è il compagno perfetto per rendere le nostre composizioni floreali davvero complete. Oggi ti raccontiamo nel dettaglio di lui: scopriamo insieme il lepidium?

lepidium curiosità

Dati interessanti sul lepidium 

Nome e origine

Alcuni lo conoscono con il nome di lepidio, altri di thlaspi. Questo fiorellino è così speciale che può far innamorare chiunque, a prescindere dal modo in cui lo si chiama. Oggi ti sveliamo qualche dettaglio in più su questo fiore che – come potrai immaginare – è protagonista di una storia che ci farà piacere raccontarvi. Pronti per scoprirla?

Ma parliamo un secondo del suo nome. Quello scientifico è, per l’appunto, lepidio. Forse è per questo motivo che pensavate di non conoscerlo. In gergo, tra le persone, viene definito infatti thlaspi. Il nome originale (lepidium) deriva dal greco e significa piccole scaglie. Se guardate attentamente i suoi fiori, capirete il motivo per cui è stato soprannominato così. 

A parte il suo nome scientifico e quello comune, viene anche definito “Lenticchia di campo“, perché? Si ispira al suo luogo di origine, il Messico. Oggi, cresce e si coltiva in America: passando dagli Stati Uniti al Guatemala. 

Curiosità

Come sapete, esistono fiori principali e altri secondari quando si parla di composizione di bouquet. Nel caso del lepidium si tratta senza dubbio di un fiore complementare, che aiuta cioè a completare il disegno del mazzo di fiori

Viene scelto perché da movimento al mazzo di fiori, rendendolo meno classico o statico. Il suo look selvaggio e spettinato, rende la sua presenza unica all’interno dei nostri bouquet. La sua presenza è imprescindibile. 

Cosa lo rende così speciale? I mini petali e gli steli lunghissimi. Sono queste le due principali caratteristiche che lo definiscono. Oltre alla forma e al colore, naturalmente, che lo rendono ancora più unico nel suo genere. È perfetto per decorare e dare quel tocco silvestre all’ambiente.

lepidium fiori

Consigli per la cura 

Si tratta di una pianta resistente, ma come tutte ha un punto debole. Il suo è senza dubbio l’acqua. Se manca, potrà deperirsi velocemente. Ricordati quindi di cambiare spesso l’acqua mettendola bella pulita. 

Quando ricevi il bouquet dovrai: aprire la scatola, lasciare che il bouquet respiri, mettere l’acqua fresca e pulita in un vaso altrettanto limpido. Non dimenticare di sostituire l’acqua almeno ogni due giorni e vedrai quanto durerà il tuo bouquet! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *