NATURE FRIDAY - 10% di sconto su tutto con il codice COLVINFRIDAY10
Vai a Colvin
Mondo Colvin

La storia della Festa della Mamma

Un solo giorno non è sufficiente per celebrare la mamma. Non basterebbe una vita intera per poterle dire grazie. Grazie per esserci quando abbiamo bisogno (e anche quando pensiamo il contrario), per starci accanto, sostenendoci e aiutandoci. Per fortuna qualcuno ci ha pensato e ha deciso di stabilire un giorno fisso sul calendario… interamente dedicato alle mamme. Conosci l’origine della Festa della Mamma

È un racconto con radici molto, molto lontane. Vuoi scoprire i dettagli di questa storia speciale? Ti racconteremo dove è nata, come si è sviluppata e come si celebra oggi – in giro per il mondo – la Festa della Mamma

Dove nasce?

Per scoprire dove sorge questa ricorrenza, dobbiamo tornare indietro nel tempo di… 3000 anni! Nonostante sia passato tutto questo tempo, dobbiamo ammettere che le celebrazioni non hanno mai smesso di suonare, cantare e brillare. Chissà come mai! Sarà perché le mamme si meritano – da sempre e per sempre – di essere celebrate? 

Facciamo insieme qualche passo indietro: ci troviamo nella Grecia Antica. All’epoca non si era soliti festeggiare la Festa della Mamma per come lo intendiamo noi oggigiorno. Generalmente veniva ossequiata la dea Rea, madre di Zeus, Poseidone e Ade. Era l’unico modo in cui si onoravano le mamme. 

Se ci spostiamo a Roma, scopriamo un’altra protagonista. I romani “aprivano le danze” verso metà marzo: per 3 lunghi giorni festeggiavano la dea Cibele – da sempre icona della Natura e delle mamme – realizzando copiose offerte in suo onore. 

Qualche anno più avanti, saranno invece i cattolici a dare una svolta a questa festa. Siccome consideravano questo tipo di celebrazioni estremamente pagane, hanno apportato modifiche che rispecchiassero al meglio la loro tradizione religiosa. Come saprai, l’8 dicembre si  celebra la Festa dell’Immacolata Concezione in onore della Vergine Maria: i cattolici sceglieranno proprio questa data per ufficializzare la Festa della Mamma. 

Viaggiando, atterriamo in Inghilterra nel secolo XVII, dove scopriamo un’altra usanza relazionata con la Vergine: si chiamava “la domenica delle mamme”. Durante questa giornata si era soliti andare a messa e – sulla strada del ritorno dal rito – portare regali alle proprie mamme. Insomma, una realtà piuttosto simile a quella che siamo abituati al giorno d’oggi. 

Un po’ di storia americana

Se ci spostiamo negli Stati Uniti scopriamo le origini di un movimento fondato dalla poetessa e attivista Julia Ward Howe. La donna, paladina dei diritti per la pace e per le donne, ha mosso i primi fili legati ai festeggiamenti. Nel 1870 saranno infatti 18 le città americane che decidono di celebrare la Festa della Mamma come parte del movimento. Sarà solo nel 1907, grazie ad Ana Jervis, che si comincerà a festeggiare la Festa della Mamma così come la conosciamo noi. Dopo aver perso la mamma, decide infatti di commemorarla in un modo speciale: pian piano la sua idea si espande per tutta America, diventando popolare. 

Nel 1914 il presidente Woodrow Wilson, sancisce e proclama – come data ufficiale – la seconda domenica di maggio per festeggiare la Mamma.. Ispirati da questa iniziativa, diversi paesi decidono di aggiungere questa ricorrenza nel proprio calendario. Qui ogni nazione ha fatto scelte diverse. 

Come per moltre altre festività, infatti, la Festa della Mamma non viene celebrata lo stesso giorno in tutti i paesi. Alcuni hanno optato per seguire la strada della tradizione cattolica (8 dicembre). Altri, come ad esempio la Spagna, lo festeggiano la prima domenica di maggio (decisione presa nel  1965). In Italia e Germania, invece, si segue la linea americana e si celebra la seconda domenica del mese di maggio. 

Celebri quando celebri, insomma, non dimenticare di inviare amore per la Festa della Mamma.

festa della mamma fiori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se continui la navigazione, accetti l'uso di cookies. + info