Spedizione gratis dal lunedì al venerdì, in tutta Italia!
Vai a Colvin
Mondo Colvin

5 fiori resistenti al sole e al caldo

Ci siamo, manca sempre meno all’estate e dobbiamo cominciare a premunirci per contrastare il grande caldo e i bruschi cambi di temperatura, soprattutto se non hai spazio dentro casa e decidi di ravvivare le tue giornate piantando dei fiori sul tuo terrazzo o anche nel giardino. Però non tutte le piante prediligono il caldo e la luce diretta del sole: l’ideale è scegliere delle piante che siano resistenti al sole e alle temperature bollenti così da assicurarti una fioritura rigogliosa anche quando le condizioni non sono delle migliori. Ecco quali sono i fiori resistenti al sole e al caldo e i nostri consigli su come coltivarli e curarli.

Tipi di piante resistenti al sole e al caldo

Ovviamente stiamo parlando dei fiori estivi che non solo amano il sole, ma lo necessitano per poterci dare una fioritura abbondante e rigogliosa. Ecco 5 piante resistenti al sole e al caldo, da piantare anche in estate ed i consigli per curarle. Siete pronti a scoprirle?

Fiori resistenti al sole e al caldo

Lavanda

La lavanda è un arbusto perenne e sempreverde dal profumo fresco e balsamico. In quanto pianta rustica è in grado di resistere al caldo torrido ma, a differenza delle altre, anche all’inverno più rigido.Essendo una pianta mediterranea predilige un’esposizione soleggiata e ben ventilata e sopporta bene i climi siccitosi e le alte temperature. Quanto all’irrigazione infatti, non ama particolarmente l’umidità e pertanto non necessita di frequenti e abbondanti quantità d’acqua. Evita che il substrato si impregni d’acqua ed aspetta che sia del tutto asciutto prima di procedere ad una nuova innaffiatura. Anche a livello di concimazione non è particolarmente esigente: dagli un po’ di fertilizzante in Aprile, ossia al principio del periodo vegetativo. In quanto amante della luce intensa e dei raggi del sole, anche la lavanda, al pari del Girasole, tende a rivolgersi verso il sole.

Bougainville

Anche la Bouganville è una pianta resistente al sole e al caldo. Fa parte della famiglia delle Nyctaginaceae e consta di circa 14 differenti varietà. In quanto pianta tropicale, proveniente dall’America del Sud, è amante del caldo e del sole per cui è bene posizionarla in un luogo soleggiato e luminoso. Infatti la Bouganville se esposta alle correnti fredde o alle gelate rischia di non regalarci i suoi fiori colorati che tanto amiamo e che ci ricordano le vacanze al mare. Quindi ti consigliamo di coltivarle in vaso in modo tale che in inverno possa spostarle in luoghi chiusi o nel caso si trovi in un giardino coprila per ripararla dal freddo. Anche se l’irrigazione periodica è d’obbligo, soprattutto quando fa molto caldo, ricordati di non innaffiarla eccessivamente, soprattutto in inverno e attendi che il terreno sia ben secco prima di procedere perché si tratta di una pianta resistente alla siccità.

Portulaca

La Portulaca è una pianta annuale succulenta e per questo ben si adatta al caldo torrido. Va posizionata in giardini o terrazzi pervasi dal sole, solo così produce una fioritura abbondante, vigorosa e dai colori più vivaci.. Vuole il caldo, teme il freddo e se esposta all’ombra il risultato sarà una fioritura scarsa per cui occorrerà stare attenti a fornirgli meno acqua. Si tratta di una pianta che dà il meglio di sé proprio nelle stagioni e nelle regioni più calde, infatti, la sua temperatura ideale è tra i 15° e i 30° C. Fiorisce per tutta l’estate e le sue corolle si aprono quando ricevono il sole, mentre chiudono quando arriva il buio. Non resiste all’inverno e già in autunno comincia a deteriorarsi, in tal caso ti consigliamo di metterla al riparo dentro casa.

Portulaca fiore resistente al sole e al caldo

Mandevilla

La Mandevilla  è uno di quei fiori da balcone resistenti al sole diretto e ama fare il bagno di sole e di luce, ma riesce a crescere bene anche alla mezz’ombra nonostante valga anche per lei vale la regola. Non sopporta le temperature eccessivamente basse per cui in tal caso vanno messe al riparo, soprattutto quando scendono sotto i 10°, mentre con il caldo possono stare tranquillamente in giardino in una zona soleggiata. Con il freddo  la pianta, oltre ai fiori, perde anche le foglie che poi ricresceranno con i primi caldi, per cui nelle regioni dal clima caldo o mite possono essere coltivate all’aperto anche in inverno.

Gazania

La Gazania è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Asteraceae. Proviene dall’Africa meridionale ed è molto apprezzata per le sue qualità estetiche. All’interno del suo genere si contano circa 40 specie e molti ibridi di tipo commerciale. Includiamo questa pianta nella lista perché è un fiore da giardino resistente al sole e sopporta particolarmente il caldo e la siccità e sono in grado di sopravvivere nei luoghi più aridi. Predilige luoghi soleggiati e luminosi, soprattutto quando riceve i raggi diretti del sole. È particolarmente resistente al caldo, anzi la temperatura che più gli si addice è tra i 16 e i 22º, mentre tra gli 8º e i 10º deperisce.  Anche nel suo caso se posta all’ombra darà una fioritura scarsa. L’unico accorgimento è quello di limitare le innaffiature durante l’inverno e di irrigare unicamente quando il terreno sia totalmente asciutto utilizzando acqua a temperatura ambiente.

Gazania fiore resistente al sole e al caldo

Cure per piante resistenti al sole e al caldo

Normalmente si tende dare per scontato che tutte le piante prediligano l’esposizione solare, ma in realtà questa regola non vale per tutte, infatti ci sono alcune specie che non amano la luce diretta del sole perché soffrono il caldo e preferiscono zone fresche e ombreggiate. Non è il caso delle piante di cui ti stiamo parlando oggi che invece riescono ad abbellire i nostri terrazzi e giardini anche quando arriva il tanto temuto caldo torrido.

Alcune regole generali e accortezze possono essere applicate per tutte le piante e i fiori resistenti al caldo. Vediamo quali sono.

Nonostante siano resistenti alla siccità e al caldo, si tratta sempre di piante, quindi per un corretto sviluppo necessitano sempre e comunque di essere innaffiate, ma in questo caso un’irrigazione eccessiva potrebbe causare ristagni d’acqua e marciumi, risultano controproducente per la pianta. Soprattutto nelle stagioni più calde, l’operazione va effettuata nelle prime ore del giorno, preferibilmente prima che il sole sorga, o in tarda serata, poiché in questa fase la terra è ancora fresca ed è pronta ad assorbirla. L’acqua di irrigazione deve essere a temperatura ambiente e non deve essere spruzzata direttamente sulla vegetazione perché in caso di caldo intenso potrebbe provocare dannosi stress idrici.

È sempre bene posizionare questo tipo di piante in zone verdi, lontano da fonti “innaturali” di calore come il cemento, perché respinge i raggi solari invece di assorbirli.

Infine, anche se resistenti al caldo è importante diluire del concime liquido specifico nell’acqua di irrigazione per stimolare e amplificare le sue difese naturali da eventuali stress termici o ambientali.

Non dimenticarti che se ti interessano i fiori e vuoi saperne di più sulle loro proprietà e curiosità non puoi perderti la Colvinpedia 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *